PROGETTI INTERNAZIONALI


L'Istituto dei Sordi di Torino è da tempo impegnato in un'intensa opera di internazionalizzazione delle sue attività e dei suoi progetti. Confrontarsi con i colleghi di istituzioni estere con analoghe finalità, condividere esperienze, progetti di ricerca, costruire percorsi di scambio duraturi, sono infatti uno stimolo necessario alla nostra crescita e formazione continua.

Progetti vinti nel 2017

- COUNT ME IN Improving civic competences of adult through digital tools 
Progetto Erasmus+ che coinvolge otto partner e coordinato dall'associazione spagnola di Reus Open Europe. L'obiettivo è l'ottimizzazione dell'uso delle tecnologie per l'apprendimento degli adulti in difficoltà.

- OPEN-SIGN, socio-educational e-magazine for European deaf children
Coordinato dall'impresa parigina per lo sviluppo digitale, Les Apprimeurs, il progetto Erasmus+ intende creare un giornale digitale per la scolarizzazione, la partecipazione e il miglioramento delle performance dei bambini sordi.

- Sign-Media Enterprise
L'Università di Wolverhampton (Regno Unito) coordina il progetto Erasmus+ della durata di tre anni con l'obiettivo di produrre un'applicazione per le persone sorde segnanti interessate al settore del business e del lavoro. 

- Sign-Media Vocational Training
Secondo progetto coordinato dall'Università di Wolverhampton per il coinvolgimento di persone sorde in corsi formativi in vista di futuri sviluppi lavorativi.



Progetti vinti nel 2016 

- DISPLAY Development of innovation in play-based learning and teaching activities for disadvantaged students
Progetto Europeo che vede coinvolte le scuole per sordi di Konya (Turchia) e Madrid (Spagna) e due università inglesi, oltre che l'Istituto.

- HORIZON Cosme Visit4u sull'accessibilità turistica che vede coinvolti partner dal Regno Unito, Spagna, Bulgaria, Grecia e  Lettonia.
Per saperne di più:
http://www.visits4u.eu/
www.cae.org.uk/projects/visit4u/ 
http://ec.europa.eu/growth/sectors/tourism/offer/accessible_en

- Spaces for Intercultural Learning
Sei partner coordinati da Kansalaisfoorumi (Citizens’ Forum) di Helsinki, Finlandia. Il progetto è finalizzato alla promozione delle competenze interculturali: sensibilità , cooperazione e apprendimento interculturale, cittadinanza globale, dialogo, rispetto, identità. Questi sono solo alcuni dei concetti chiave individuati dai partner del progetto su cui si lavorerà per il superamento delle differenze e lo stimolo di una cittadinanza più attiva e consapevole.
#InterculturalLearning
#IntercultProject
http://www.intercultproject.com/
https://ec.europa.eu/epale/en/blog/epale-partner-search-brings-adult-educators-together



Progetti vinti nel 2015

- ERASMUS+ KA1 Being a hearing impaired person isn't an obstacle in a hearing world il cui coordinatore è Konya elçuklu adnan akgül özel eğitim meslek lisesi, Turchia. Project Number 2015-1-TR-KA101-017857



Progetti vinti nel 2014

1.
Deaf Students and the Inclusive Challenge in Europe 
Il progetto, coordinato dalla Scuola La Rosaleda di Malaga (Spagna) e avente come partner gli Istituti per Sordi di Groningen (Paesi Bassi), Varsavia (Polonia), Istanbul e Izmir (Turchia), Torino, intende offrire uno spazio di studio e confronto sul tema dell'inclusione scolastica degli studenti sordi e del futuro della Lingua dei Segni nell'era degli impianti cocleari .
Per saperne di più: http://deafmatters.blogspot.it/ 

2. Integration of People with Disabilities through learning
Il progetto intende realizzare prodotti formativi e informativi sulle disabilità, da utilizzarsi sia in ambito accademico per la formazione degli operatori, sia in ambito di orientamento e formazione professionale per persone con disabilità. Partner del progetto sono ben sette, ognuna delle quali specializzata in un tipo di disabilità: oltre all’Istituto dei Sordi di Torino e al leader Federacion Mestral di Reus (Spagna), sono coinvolti ELPIDA (Grecia), Apeirons (Lettonia), FOPSIM (Malta), Adiyaman University (Turchia), Wyzsza Szkola Biznesu I Nauk o Zdrowiu (Polonia).
Per saperne di più: http://www.itlerasmus.eu/

3.  WOW - we are overcoming the walls of silence with ICT
Il progetto, oltre all’Istituto dei Sordi di Torino, coinvolge altre due prestigiose istituzioni: Konevı İşıtme Engellıler İlkokulu (Konya, Turchia) e Mary Hare school for deaf children and young people (Newbury, Regno Unito). L’obiettivo del progetto è lo scambio di buone prassi per un utilizzo più consapevole delle tecnologie ICT dedicate all'educazione delle persone sorde.
Per saperne di più: http://www.voiceofvoiceless.net/index_ing.html 
NOVITA': guarda il video-documentario dei nostri partner turchi andato in onda su Turkish National News Channel https://www.youtube.com/watch?v=-PZ-ZN-cKWI



Progetti vinti nel 2013:

Il Progetto DEAFLI - Deaf Literacy (2014-2016)
Finanziato nell'ambito del programma centralizzato dell'Unione Europea Grundvig-GMP, ha come partner l'Università di Barcellona, l'Università di Klagenfurt e l'University College di Londra. L'obiettivo è predisporre uno strumento di alfabetizzazione degli adulti sordi, sia multimediale, sia cartaceo.

Il Progetto ABRIENDO PUERTAS - Competencias clave en una sociedad del conocimento (2013-2015)
Finanziato nell'ambito del programma dell'Unione Europea Grundvig, per la mobilità docenti e studenti della formazione per adulti, il progetto coinvolge ben 7 centri educativi di altrettanti Paesi: Italia, Spagna, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Lettonia, Grecia e Turchia.
Per saperne di più:  http://www.abriendopuertas.eu/     



Progetti vinti nel 2012: 

Il Progetto
VOICE OF DEAF (2012-13) 
Finanziato nell'ambito del programma dell'Unione Europea Comenius, il progetto ha realizzato un partenariato bilaterale tra la nostra scuola e l'Istituto dei Sordi di Istanbul. Nel mese di maggio 2012 un gruppo di 19 studenti e 5 insegnanti turchi sono stati ospitati nella nostra scuola e insieme abbiamo visitato Torino e Milano. Nell'aprile 2013 è invece il nostro turno: 10 giorni nella meravigliosa Istanbul, alla scoperta di una delle più affascinanti città tra Europa ed Asia.


Progetti vinti nel 2010

Il Progetto ACTrain (2010-2013)
Finanziato nell'ambito del programma di formazione permanente LLP Leonardo Da Vinci dall'Agenzia Europea EACEA (www.see-hear-touch.com) il progetto, realizzato negli anni 2010-2013, si è proposto di realizzare una piattaforma di formazione sulla ceramica, disponibile gratuitamente via web e completamente accessibile per le persone sorde e per le persone cieche, per le quali si sono realizzati appositi strumenti di interfaccia dei contenuti. Partner del progetto sono stati la Società Ozara di Maribor (Slovenia), l'Istituto Universitario di Riabilitazione di Lubiana (Slovenia), l'Università di Klagenfurt (Austria), il Centro HRDC di Patrasso (Grecia), il Centro di Ricerca Prava Poteza di Maribor (Slovenia) e il Centro di Ricerca Die Querdenker di Linz (Austria).
Altri progetti

Il Progetto Sindrome di Charge e Pluriminorazioni (2009-2011)
Il progetto, in parte finanziato dalla Fondazione CRT, ci ha consentito di effettuare una formazione specifica sulla sindrome di Charge, sulla sordociecità e sulle pluriminorazioni presso il Deafblind Program della Perkins School for the Blind (www.perkins.org)
in Watertown (Boston, Massachusetts) nell'autunno del 2009 e alla realizzazione di un percorso educativo-riabilitativo presso la nostra sede nei due anni successivi, secondo le metodologie apprese. I risultati delle attività svolte sono state poi esposte nell'ambito della Conferenza Biennale sulla Sindrome di Charge organizzata nel 2011 dalla Charge Syndrome Foundation ad Orlando (www.chargesyndrome.org).
Il Progetto Mir (2003-2010)
Con il Progetto Mir l'Istituto si è impegnato dal 2003 al 2010 nella Città di Scutari nel Nord dell'Albania, occupandosi dapprima della formazione di un gruppo di educatrici ed insegnanti specializzate per i bambini sordi e successivamente anche della gestione di servizi: una ludoteca, un ambulatorio audiometrico e audioprotesico, un servizio educativo sperimentale per il sostegno scolastico ai bambini sordi che intendevano frequentare le scuole della Città.

Documenti