ARCHIVIO STORICO


L'Istituto ha provveduto, anche grazie ad un contributo della Regione Piemonte, al riordino e all'inventariazione del proprio archivio storico, ora aperto al pubblico e alla ricerca.

L’archivio conserva in circa 400 faldoni numerati tutti i documenti dell’Istituto dalla sua fondazione fino al 1999, anno del Decreto Regionale di privatizzazione e di trasformazione dell’IPAB (Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficienza) in Fondazione.

Il diritto di accesso ai documenti conservati presso l'Archivio Storico si esercita mediante richiesta scritta, indirizzata al Presidente, per accertate ragioni di studio. La consultazione è libera, gratuita e riguarda tutti i documenti relativi ad affari esauriti da oltre 40 anni (DPR 30.9.1963, n.1409); fanno eccezione gli atti che contengono dati personali sensibili o comunque riservati in base a quanto previsto dal D.Lgs 196/2003 sulla tutela della privacy dei cittadini.


Documenti